International Forum – L’Italia ponte tra i Balcani e il Sud del Mediterraneo

Nel quadro degli interventi a sostegno dei processi di internazionalizzazione delle PMI, Unicredit e la Fondazione Euro-Med Development Center for Micro, Small and Medium Enterprises, in collaborazione con l’Unione Industriali Napoli, hanno organizzato, il 19 novembre 2015, l’International Forum – Italia Ponte tra i Balcani e il Sud del Mediterraneo presso la Sala d’Amato dell’Unione Industriali di Napoli. L’iniziativa, frutto dell’impegno del Presidente dell’Unione Industriali di Napoli Ambrogio Prezioso, del Vice-Presidente con Delega al Credito e Finanza Paolo Minucci Bencivenga e del Vice-Presidente con Delega all’Internazionalizzazione Domenico Menniti, ha illustrato lo scenario politico-economico e gli elementi di attrattività dei mercati dell’Area balcanica e dei Paesi del Mediterraneo, Africa e Medio Oriente. In particolare, si approfondiranno le tematiche relative alle opportunità di business in Marocco, Tunisia, Egitto, Bulgaria, Romania e Serbia. Dopo i Saluti di Benvenuto di Ambrogio Prezioso, Presidente Unione Industriali di Napoli sono intervenuti Antonio Ferraioli, Pres. Consiglio di Territorio Sud UniCredit, Amb. Giancarlo Aragona, Presidente Fondazione EMDC e Felice delle Femine, Regional Manager Sud Italia di UniCredit (in foto sotto a destra con l’ ing. Massimiliano Canestro, vice presidente della SMS Engineering). Ha moderato i lavori Domenico Menniti, Vice Presidente Unione Industriali Napoli. Si sono alternati come relatori: Roberto Mascali, Direttore Confindustria Balcani, Pier Luigi D’Agata, Direttore Generale Confindustria Assafrica & Mediterraneo. Per i focus di area:

MAROCCO: Sara Maftah, Business Development Manager, AMDI

TUNISIA: Thouraya Khayati, Vice Direttrice, FIPA Tunisia

EGITTO: Ahmed Maghawry Diab, Console Commerciale Consolato Egiziano di Milano

BULGARIA: Aldo Andreoni, UniCredit Bank Bulgaria

ROMANIA: Marco Montermini, UniCredit Bank Romania

SERBIA: Niccolo' Bonferroni, UniCredit Bank Serbia

L'iniziativa è stata realizzata da Unicredit in collaborazione con la Fondazione EMDC, Confindustria Balcani e Assafrica. I settori più interessati ad espandersi, specialmente in Serbia e in Egitto, sono quello metalmeccanico e della moda. Nei primi sei mesi del 2015, le esportazioni della Campania destinate alla Bulgaria sono state di quasi 15 milioni di euro con un incremento rispetto l'anno precedente del 7%. L’Unicredit ha presentato tutti i servizi di supporto all’internazionalizzazione nei paesi menzionati ed addirittura, in Bulgaria, ha un virtual office a disposizione degli imprenditori italiani che vogliono incontrare le aziende locali con la possibilità di fare eventi di presentazione di prodotto ed il tutto gratuitamente. Nel pomeriggio ci sono stati gli incontri one to one tra i responsabili delle nazioni presenti ed i numerosi imprenditori che hanno partecipato ai lavori.

PONTE BALCANI

BE@SMAU2015

La manifestazione si è svolta presso la Fiera Milano City dal 21 al 23 ottobre e sono state 3 giornate dedicate al digitale, alle imprese italiane, alle pubbliche amministrazioni e soprattutto alle startup! Hanno partecipato oltre 450 aziende, 300 startup e oltre 70 investitori interessati a scoprire l’innovativo ecosistema nazionale, in più sono stati organizzati oltre 300 workshop tenuti dai più conosciuti professionisti del settore.  L’obiettivo di quest’ultima edizione era quello di presentare nuove soluzioni, favorire l’incontro tra fornitori e favorire il b2b. Numerosa, sia in termini qualitativi che quantitativi la presenza di aziende ed istituzioni del nostro territorio. Presente tutto il sistema della ricerca campano, con i Distretti ad Alta Tecnologia ed i Laboratori Pubblico privati, insieme con gli investimenti per lo sviluppo della banda ultra larga. I distretti di alta tecnologia (DTA) costituiti con l'azione di MIUR e della Regione Campania sono sei ed operano nelle aree strategiche di investimento: DAC (Distretto Aerospaziale), STRESS (Edilizia ecosostenibile) Databenc (Beni culturali), Campania Bioscience (Biotecnologie), Smart Power System (Energia), Dattilo (Trasporti e Logistica). A questi si aggiunge il Distretto tecnologico sui materiali, IMAST. Ogni DTA è affiancato da un numero variabile di cluster di secondo livello. I Laboratori pubblico-privati già esistenti sono 8. A questi se ne aggiungono altri 13: Ritam (materiali per aerospazio), Ehealthnet (ict per la salute), Top-in (ict per telecomunicazioni e sensoristica), Temotec ( ict per beni culturali), Biochamp ( materiali per la salute), Atena – Fuel Cell lab (energia), Marte (trasporti e logistica), M2Q (agroalimentare), Marea (materiali per agroalimentare), Bio.cam (biotecnologie), Most (trasporti), Idrica (ambiente), Sorriso (materiali per la salute). Nei distretti sono coinvolte oltre 500 imprese di cui oltre 400 pmi. Presso lo stand della Regione Campania sono stati raccontati i risultati del grande Progetto Banda Ultralarga, la prima regione italiana a completare il programma relativo alla realizzazione della rete di nuova generazione in fibra ottica e favorire il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea. Sono infatti stati conclusi gli interventi infrastrutturali nei 155 comuni coinvolti dal progetto (36 in più rispetto ai 119 previsti dal piano originario). L'investimento complessivo è stato di oltre 175 milioni di Euro, di cui 118 milioni di fondi pubblici europei e 57 milioni a carico di Telecom Italia. Un milione e 147mila unità immobiliari abilitate alla fornitura di servizi digitali innovativi con connessioni da 30 a 100 Mbps, per un bacino di oltre 2 milioni e 800mila abitanti. Coinvolte 16 aree industriali e oltre 1400 sedi della PA, con 275 strutture sanitarie e 562 istituti scolastici.

Nella foto sotto, al centro, il CEO della SMS Engineering, Francesco Castagna, business coach e tutor di numerose startup, con l'Assessore della Regione Campania con delega all'internazionalizzazione, all'innovazione ed alle startup, Valeria Fascione, insieme a Pino D'Aniello e Giuseppe Autorino, cofounders della startup innovativa ArtRooms   beatsmau